Le sostanze che un prodotto bio non deve contenere

Si sente molto spesso parlare di cosmetici bio, ma quali sostanze non devono contenere, cosa si intende per prodotto biologico? Semplice, basta leggere questa guida definitiva per scoprire finalmente quali sono le particolarità che un cosmetico naturale per la bellezza e il benessere deve avere se riporta la dicitura bio. È importante quindi leggere sempre le etichette e gli ingredienti, provenienza ed eventuali informazioni legate alla lavorazione ed al contenuto, ecco tutto ciò che è necessario sapere per mantenersi belli tutti i giorni e senza rischi per al salute.

Prodotti e cosmetici naturali: cosa sono
Innanzitutto, per prodotti bio e nello specifico cosmetici biologici si intendono preparazioni realizzate con materie prime provenienti da agricoltura biologica certificata. Quindi si tratta di prodotti contenenti sostanze naturali per lo più di origine vegetale e che non devono esser dannose per l’uomo e devono avere un ridotto impatto ambientale. Non solo, sempre parlando di ingredienti, nei cosmetici bio questi dovrebbero avere una filiera tracciabile e vanno garantiti l’ecologicità e si deve garantire l’eticità. I prodotti biologici considerati migliori poi hanno anche al loro interno sostanze prettamente a Km zero, essenze pure e Made in Italy e soprattutto non contengono sostanze potenzialmente pericolose e chimiche e hanno apposite certificazioni.

Cosmetici bio: cosa non devono contenere
I cosmetici bio devono rispettare alcuni disciplinari precisi e ci sono anche ingredienti vietati e che assolutamente non devono essere presenti negli ingredienti di questi prodotti. Tra questi in generale non sono ammesse sostanze che potrebbero causare danni all’ambiente e all’ecologia, di origine animale come placenta e collagene, di origine petrolchimica, trattati con radiazioni ionizzanti e irradiazioni con elettroni. Non solo, anche i coloranti chimici, i profumi modificati in maniera chimica o di sintesi sono vietati e in particolare tra gli ingredienti proibiti ci sono:

  • materie prime da coltivazioni OGM
  • PPG e PEG
  • siliconi e siliconici
  • sali derivanti e chelanti EDTA
  • polimeri acrilici
  • filtri solari chimici
  • silicio sintetico
  • derivati dall’alluminio
  • propilene glicole
  • butilene glicole
  • oli minerali
  • benzene
  • esano, ecc.

Prodotti biologici: a cosa fare attenzione in etichetta
Come visto sono molti gli ingredienti vietati all’interno dei cosmetici bio e sicuramente non si possono ricordare tutti ed è quindi importante, all’atto della scelta e dell’acquisto del prodotto di interesse, leggere l’etichetta. In particolare bisogna ricercare sigilli e loghi ad hoc che ne certifichino appunto l’affidabilità e la conformità per legge. Per quanto riguarda i cosmetici bio italiani ed europei ci sono questi enti che rilasciano certificazioni di conformità biologica:

  • l’Aiab
  • il CCPB
  • il Cosmos
  • il Demeter
  • l’Ecocert
  • L’Ecolaber Ue
  • l’ICEA
  • il Natrue.

Acquistando ed utilizzando prodotti bio che riportano sulla confezione questi loghi si è sicuri e certi che gli ingredienti siano naturali, di origine controllata, a filiera corta e che anche la lavorazione sia rispettosa degli standard imposti.